Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
TRIGEO è una società che si occupa di indagini geofisiche con sede in Italia e Messico. L’esperienza decennale del suo staff permette di offrire un’assistenza multidisciplinare in diversi settori, spaziando dall’ingegneria civile – geotecnica, agli studi ambientali, ricerca energetica, studi geologici/idrogeologici, ricerca archeologica e mineraria. L’obbiettivo principale di trigeo è quello di offrire un servizio di elevata qualità ai propri clienti proponendo le migliori e più innovative tecniche d’indagine del settore geofisico.
Le principali attività di TRIGEO sono:
— Sismica a rifrazione, a riflessione e in foro
— Masw
— Esac
— Sasw
— Remi
— Misure vibrometriche
— Geoelettrica
— Georadar
— Logs geofisici in pozzo
— Magnetometria
— Gradiometria
— Elettromagnetismo
contenuto-servizio11

STABILITÀ DEI VERSANTI

L’utilizzo combinato delle indagini geofisiche permette, attraverso la caratterizzazione dei terreni, di studiare i meccanismi di una potenziale frana o di una frana già attiva.

La sismica a rifrazione e la tomografia elettrica forniscono sezioni dettagliate del profilo del “bedrock” e della superficie di scivolamento. Il facile trasporto degli strumenti di misura ed il loro minimo impatto ambientale rendono questo tipo di indagini geofisiche ideali per studiare aree remote e difficilmente accessibili.

Le nostre indagini permettono di verificare:
— La struttura interna della frana, le variazioni e gli effetti del movimento.
— I contatti litologici che potrebbero rappresentare i piani di scorrimento.
— Le variazione del contenuto in acqua dei materiali coinvolti.
— Le possibili cause di innesco del movimento gravitativo.

rilievi-laser

RILIEVI LASER SCANNING E MONITORAGGIO

Le indagini Laser Scanning, consentono di acquisire rapidamente, mediante una nuvola di punti, dettagliati rilievi tridimensionali. Le applicazioni della metodologia laser scanner riguardano principalmente l’esecuzione di misure che permettono di verificare e monitorare movimenti gravitativi e fenomeni di erosione costiera.

La tecnica laser consente altresì, l’esecuzione di rilievi topografici ad elevata risoluzione.
I vantaggi di questa tecnologia sono:
— Velocità di esecuzione.
— Rapida restituzione dell’elaborato finale.

L’indagine laser scanner, permettendo di acquisire dati in siti inaccessibili e/o zone instabili, facilita e consente la ripetibilità dei rilievi, fornendo uno strumento di monitoraggio utile per verificare l’evoluzione di fenomeni geologici in atto.

sottosuolo

CARATTERIZZAZIONE DEL SOTTOSUOLO E RICERCA D’ACQUA

Le misure di resistività lungo un profilo d’indagine, permettono di ottenere mappature di dettaglio delle strutture geologiche sepolte. Le proprietà elettriche del sottosuolo vengono usate per identificare zone di faglia, discontinuità litologiche, variazione del contenuto in acqua etc. Le indagini geoelettriche possono adattate a seconda delle profondità di interesse e degli spazi a disposizione. Il modello geologico finale potrà essere calibrato mediante una taratura ottenuta da prove dirette in sito. Questa tipologia di indagine rappresenta un’utile strumento, indispensabili nei casi di ricerca idrica profonda, esplorazione geotermica e mineraria.
progettazione-ing

PROGETTAZIONE INGEGNERISTICA

Le indagini sismiche forniscono informazioni che vengono utilizzate per determinare le proprietà geotecniche del sottosuolo nella progettazione ingegneristica. L’acquisizione dei dati avviene con indagini sismiche di superficie (Sismica a rifrazione, MASW, SASW, REMI e ESAC) ed indagini in foro (Down Hole e Cross Hole) che permettono di misurare le velocità di onde P ed onde SH. Le velocità sismiche ottenute possono essere combinate con la densità per calcolare il coefficiente di possion ed i moduli elastici quali: modulo di taglio, modulo di young e modulo di compressibilità (bulk modulus). I parametri dinamici, così calcolati, rappresentano un ottimo supporto alla progettazione geotecnica e forniscono utili indicazioni anche sulle caratteristiche di escavazione dei materiali (rippability).
discarica

CARATTERIZZAZIONE DI UNA DISCARICA

INTEGRITÀ DELLA COPERTURA E TELO HDPE.
Valutazioni sull’integrità del “cap” e del telo HDPE delle discariche possono essere ottenute utilizzando sia le classiche tecniche di tomografia elettrica che indagini di tipo elettromagnetico, in grado di misurare la conducibilità elettrica senza l’installazioni di picchetti nel terreno. Variazioni della conducibilità elettrica permettono di identificare eventuali concentrazioni di percolato e/o lesioni della copertura impermeabile e del telo HDPE.
MAPPATURA DEI RIFIUTI.
Le misure di resistività consentono di definire, attraverso il contrasto di proprietà elettriche, i rifiuti anidri (alta resistività) da quelli idrati (bassa resistività) e saturi in percolato conduttivo.
MAPPATURA DI SORGENTI INQUINANTI.
Le mappe di resistività possono essere utilizzate per monitorare il grado di contaminazione del sottosuolo ed individuare eventuali sorgenti d’inquinamento e “plumes” in profondità. I dati possono essere elaborati mediante modelli tridimensionali 3D, che permettono di ricostruire l’andamento ed il percorso del potenziale inquinante.
bonifica

BONIFICA TERRENI / MAPPATURA SOTTOSERVIZI

STRUTTURE SEPOLTE, RICERCA DISCARICHE E ORDIGNI INESPLOSI.
Le indagini geofisiche hanno un ruolo sempre più importante e crescente nel caratterizzare il terreno di ex siti industriali e militari. I campi di applicazione vanno dallo studio di fondazioni/strutture sepolte, individuazione di discariche abusive, di ordigni inesplosi etc. La metodologia appropriata dipenderà dal sito e dall’obbiettivo preposto.
SERBATOI/CISTERNE SEPOLTE.
Serbatoi metallici e condutture possono essere rapidamente identificate mediante indagini che rilevano oggetti metallici e non. L’utilizzo combinato di Metal detector, Magnetometro (Gradiometro) e del Georadar permette la localizzazione di qualsiasi struttura interrata.
MAPPATURA SOTTOSERVIZI E STRUTTURE.
La Geofisica è in grado di fornire informazioni affidabili e precise relative alla posizione di sottoservizi, manufatti e strutture sepolte. La natura non invasiva delle indagini, fa si che non via sia il minimo disturbo nel sottosuolo e rende l’approccio ideale per siti sensibili.
archeologia

ARCHEOLOGIA

Per la ricerca Archeologica viene utilizzato un approccio integrato di metodologie geofisiche. Le strutture sepolte vengono rilevate mediante tomografia elettrica 2D-3D, gradiometria ad alta risoluzione e georadar. Il risultato finale è costituito da mappe interpretative dove sono indicate ubicazione e caratteristiche dei target archeologici individuati.
INDAGINI 3D SU EDIFICI E ANALISI MODALE.
Le indagini geofisiche usate a supporto di studi ingegneristici su elementi strutturali di edifici possono avere per obiettivo sia la programmazione di interventi di consolidamento che la valutazione della loro vulnerabilità strutturale. Le più utilizzate sono una combinazione di indagini Georadar e tomografia elettrica 3D, che permettono di individuare, in modo non invasivo, la presenza di acqua, vuoti e verificare la tipologia di fondazioni. L’indagine Georadar mediante antenne ad alta frequenza, permette di studiare la tipologia di armatura. L’analisi modale degli edifici è caratterizzata da misure con sismometri triassiali che forniscono le frequenze proprie di oscillazione della struttura.
sismica

RETI SISMICHE e MICROZONAZIONE

INSTALLAZIONE RAPIDA RETI IPERDENSE.
Sviluppo, implementazione e gestione di reti strumentali sismometriche ad elevato numero di punti di misura sia in configurazione stand-alone che con centralizzazione remota mediante telemetria digitale. Questa attività si presta per il monitoraggio di fenomeni naturali quali terremoti, vulcanismo, frane, sinkholes, sia ai fini di studiare il fenomeno e la sua evoluzione nel tempo, sia al fine di controllarne l’andamento nei casi in cui sia necessario intervenire in emergenza in aree disastrate dai medesimi. Inoltre vengono usate per criticità dovute ad incidenti industriali o recuperi di grandi strutture danneggiate.
MICROZONAZIONE SISMICA.
L’osservazione della diversa distribuzione del danno nei terremoti è alla base della microzonazione sismica, cioè della valutazione degli effetti che un terremoto produce localmente. Negli ultimi anni sono stati messi a punto metodi di studio basati su indagini strumentali e su modellazioni numeriche che consentono la conoscenza preventiva di questi effetti a scala areale diversa.

logo

P.Iva 02024110518 / Email info@trigeo.it / Pec trigeo@pec.it

certificatoCERTIFICATO ISO N°14PA00028P06
Addetto alle prove non distruttive e semidistruttive nel settore civile.

FIRENZE

Via Nino Bixio n. 9
50131 Firenze – Italy
T/F (+39) 055 400 619

AREZZO

Via Trasimeno n.7
52100 Arezzo – Italy
T/F (+39) 0575 294 500

CITTÀ DEL MESSICO

Monte Elbruz 132 int. 302
Colonia Polanco V seccion
11560 Del. Miguel Hidalgo, Mexico (DF)
T. (+52) 55 5280 5678